1 ottobre 2008

TUTTI A SCUOLA COL............PIEDIBUS


Questa è la storia di un cronista......

Ore 7.30 di un martedì di metà settembre.
Fuori è ancora un po' buio, piove e fa anche piuttosto freddino.
Mi vesto, prendo un bell’ombrello, largo, stile ombrellone balneare, salgo sulla mia bicicletta e inizio a pedalare: direzione piazzale Tosi.
Man mano che mi avvicino sento in sottofondo il rumore di tante piccole voci che aumenta, aumenta, aumenta sempre di più.
Quando arrivo a destinazione mi ritrovo davanti agli occhi decine e decine di bimbi accompagnati dai loro genitori. Ci sono anche diversi amministratori.
Ci sono i vigili che dispensano mantelline gialle e berrettini agli scolaretti. Sono tutti in attesa di prendere il PIEDIBUS.
Guardo l’orologio, sono le 7.45, l’attesa sale....spasmodica.....
Poi un urlo “ci siamo, in carrozza!”.
Arrivano due volontari dell’Auser: uno è l’autista e apre la fila, l’altro è il controllore ed è anche quello che chiude il serpentone.
In mezzo i bimbi-passeggeri, uno dietro l’altro.
Il PIEDIBUS inizia la sua marcia: direzione via Covignano.
I bimbi salutano i genitori e partono felici e sorridenti per questa nuova avventura.
Passano cinque minuti e il serpentone fa la prima sosta: sono le 7.55.
La macchina dei vigili che segue il Piedibus si ferma, accoglie i nuovi passeggeri e regala loro mantellina e berrettino.
Si riparte, tempo cinque minuti e arriva la seconda e ultima fermata.
Stessa scena.
Poi via, fino al capolinea, le scuole “Toti” dove il mezzo si ferma alle 8.05. Tempo di scendere, di togliersi mantelline e quant'altro e sedersi al banco, ore 8.10 : le lezioni possono iniziare.

" Promuovere l’andare a scuola a piedi" , è quello che l’assessore all’Ambiente del Comune di Rimini, sta facendo per rendere la città più vivibile, meno inquinata e pericolosa.
Senza sottolineare, come nel bambino , la possibilità di fare esperienze autonome sviluppa l’autostima e contribuisce a un sano equilibrio psicologico.
Inoltre fare movimento previene il rischio dell’obesità, patologia in aumento anche nell’età evolutiva.
Andare a scuola a piedi è un’occasione per socializzare, farsi nuovi amici ed arrivare di buon umore alle lezioni.
Inoltre, e cosa non da poco, con il Piedibus si impara l’educazione stradale sul campo e si diventa pedoni consapevoli.
Quando è stata proposta questa iniziativa , i genitori hanno subito dato attestato di stima.

Inaugurato il primo tracciato, nei prossimi giorni è in programma l’apertura di nuove cinque linee , mentre a novembre , entreranno in funzione altri dieci percorsi, per un totale di 15 tragitti , che avranno un colore diverso a seconda delle direzioni didattiche interessate.

In tutto saranno coinvolti più di 350 bambini.

Non è un bel modo per diminuire traffico, smog e per combattere l’obesità ???.

INFORMAZIONI PERSONALI

Questo blog non può essere considerato una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Inoltre è vietato l'utilizzo di testi, o anche parti di testo, presenti su questo blog. Se li trovate su siti di opinione online, è solo perchè sono io stesso l'autore e posso decidere di pubblicarli su altri siti.

BLOG SEGNALATO DA

blogarama - the blog directory

SEI UNICO !

Biagio Antonacci
Il sito italiano più completo e visitato dedicato a Biagio Antonacci. Biagio Antonacci Mania pubblica notizie aggiornate, foto, guestbook, giochi e tanto altro ancora.

LA MIA COPPA

PACE

Per la pace nel mondo