1 febbraio 2008

FEDERICO FELLINI


Federico Fellini è nato a Rimini il 20 gennaio 1920 ed è morto a Roma il 31 ottobre del 1993.
La famiglia d'origine è piccolo-borghese: la madre Ida Barbiani, romana, è casaligna e il padre, Urbano, che proviene da Gambettola, è rappresentante di commercio, soprattutto di generi alimentari.

Fellini frequenta il liceo classico della città e comincia a fare i primi piccoli guadagni come caricaturista: il gestore del cinema Fulgor gli commissiona ritratti di attori celebri da esporre come richiamo. Nell'estate del 1937 Fellini fonda, in società con il pittore Demos Bonini, la bottega "Febo", dove i due eseguono caricature di villeggianti.

Durante il 1938 sviluppa una sorta di collaborazione epistolare con giornali e riviste, come disegnatore di vignette: la "Domenica del Corriere" gliene pubblica una dozzina nella rubrica "Cartoline dal pubblico", mentre con il settimanale fiorentino "420" il rapporto diventa più professionale e prosegue fino ad accavallarsi con il primo periodo del "Marc'Aurelio".

In questi anni Fellini vive già stabilmente a Roma, dove si è trasferito nel gennaio 1939, con la scusa di iscriversi a giurisprudenza.
Fin dai primi tempi, frequenta il mondo dell'avanspettacolo e della radio, dove conosce, fra gli altri, Aldo Fabrizi, Erminio Macario e Marcello Marchesi, e comincia a scrivere copioni e gag.

Alla radio incontra, nel 1943, anche Giulietta Masina che sta interpretando il personaggio di Pallina, ideato dallo stesso Fellini, nella commedia Le avventure di Cico e Pallina: nell'ottobre di quell'anno i due si sposano.

Dopo aver collaborato come sceneggiatore ad alcuni film di "serie B", incontrò Roberto Rossellini, per il quale sceneggiò Roma città aperta e Paisà.


Esordì nella regia nel 1951 con : Luci del varietà, girato a quattro mani con Alberto Lattuada.
Nel 1952 diresse : Lo sceicco bianco.
Seguirono I vitelloni (1953) e La strada (1954), che gli valse il suo primo Premio Oscar.
Ottenne il secondo Oscar con Le notti di Cabiria (1957).
Protagonista di entrambi i film era la moglie Giulietta
Tra i suoi film successivi:
La dolce vita (1959), Palma d'oro a Cannes,
8 e 1/2 (1963), terzo Oscar,
Fellini-Satyricon (1969),
Roma (1972),
Amarcord (1973), quarto Oscar,
Casanova (1976),
Prova d'orchestra (1979),
E la nave va (1983),
Ginger e Fred (1985)
La voce della luna (1990), suo ultimo film.
Nel 1993 gli fu conferito il Premio Oscar alla carriera.
Si è spento a Roma il 31 ottobre 1993.
Riposa nel cimitero di Rimini.

2 commenti:

sauvage27 ha detto...

Piano piano sto componendo una recensione critica su Giulietta degli spiriti... , ...buonanotte....e ..mandi mandi ...Loris....

Ondamagis ha detto...

A me Fellini non è mai piaciuto come regisa, a dire la verità. Troppo lontano da come sento io il cinema. Un suo film un po' più gagliardo è stato lo sceicco bianco, col simpatico personaggio interpretato da Sordi. Ciao

INFORMAZIONI PERSONALI

Questo blog non può essere considerato una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Pertanto, ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001, non può essere considerato un prodotto editoriale. Inoltre è vietato l'utilizzo di testi, o anche parti di testo, presenti su questo blog. Se li trovate su siti di opinione online, è solo perchè sono io stesso l'autore e posso decidere di pubblicarli su altri siti.

BLOG SEGNALATO DA

blogarama - the blog directory

SEI UNICO !

Biagio Antonacci
Il sito italiano più completo e visitato dedicato a Biagio Antonacci. Biagio Antonacci Mania pubblica notizie aggiornate, foto, guestbook, giochi e tanto altro ancora.

LA MIA COPPA

PACE

Per la pace nel mondo